NOTA! cliccando sul pulsante "ACCONSENTO" si autorizza al “consenso dell’interessato” (artt. 4.11 e 7 del 679/2016). Privacy Policy

Focus: Parliamo di Ambiente e Territorio

Green job, recupero e riciclo quali atteggiamenti di crescita sociale e sostenibilità, ricchezza ed estrazioni petrolifere, utilizzo corretto di acqua, sole, vento e rifiuti, sviluppo e occupazione.

Partecipati gli argomenti posti al centro del secondo Focus del Trend Expo, dal titolo “Diventa ciò che sei: la tua idea per la Basilicata. Parliamo di ambiente e territorio”.

Diverse le “idee” e più in generale le impressioni messe nero su bianco dopo un confronto che ha coinvolto docenti dell’Unibas, singoli cittadini e studenti: una politica regionale maggiormente propensa alla conservazione del patrimonio naturale, convogliare gli investimenti sull’abbattimento della domanda di energia direzionando il risparmio ottenuto in percorsi turistici, costruire una campagna di comunicazione rivolta ai cittadini sulla consapevolezza della limitazione delle risorse, migliorare le tecnologie utilizzate per il monitoraggio ambientale, puntare sui giovani, creare la figura del quality manager, istituire un catasto regionale dei boschi pubblici e privati.

L’incontro ha avuto il merito di aprire ai giovani lucani una nuova visione di sviluppo in tema di sostenibilità ambientale: il green job. Ovvero “un diverso modo di approcciarsi al territorio ed al lavoro. La presenza degli studenti è stata l’occasione per presentare ai giovani lucani ItaliaCamp, una realtà nata negli ambienti universitari e che ha lo scopo di raccogliere idee e aiutare a realizzarle.

Le testimonianze dei coordinatori nazionali Riccardo Grosso e Francesca Guida sono state accompagnate da quelle dei rappresentanti a livello locale, Gianni Porsia e Pierpaolo Zampino. L’ultimo progetto portato avanti da questa “rete umana di idee” è quella de “Gli Stati generali del Mezzogiorno”. In un incontro a Catanzaro - punto di forza di ItaliaCamp sono i BarCamp, conferenze in cui tutti possono prender la parola in 5 minuti - a giugno, verranno portate 16 idee sul Mezzogiorno, due delle quali verranno proposte al Governo Monti perché vengano inserite nel Piano per il Sud. Di seguito le esperienze raccontate all’interno di questo interessantissimo Focus. 

MANUELA LAPENTA Professionista 

Parlando dei green jobs viene subito da parlare,in ragione dell’esperienza di Sviluppo Basilicata che fino al prossimo 30 giugno rimane aperto il bando sull’incubatore Val d’Agri. L’incubatore è un luogo di incontri; c’è una struttura fisica alle spalle localizzata nei pressi del centro olii in Val d’Agri (per dare una risposta green a quello che c’è intorno), dove i giovani imprenditori possono localizzare la propria impresa. E’ un luogo dove condividere le proprie idee e avere un supporto materiale. Si mettono dunque a disposizione degli spazi in un luogo accessibile, con alcuni strumenti in comune a disposizione di tutti (acqua, luce, aule) e si accompagnano le imprese nei primi anni, sostenendole per limitare gli effetti delle inesperienze. Avere un’idea è una capacità personale, ma poi non tutti hanno i mezzi. Sapere che esiste un luogo fisico per sostenere chi vuole sviluppare un proprio progetto sull’ambiente e sulla cultura è importante. 

SALVATORE MASI Docente Università

Cos’è un lavoro verde (green job)? Tutto quello che facciamo si svolge nell’ambiente, con il quale interagiamo. Ci sono attività che operano interagendo con l’ambiente e portano al suo esaurimento e altre che invece impattano sull’ambiente in modo ciclico. Molte delle cose che facciamo non hanno una chiusura economica evidente e a corto raggio, ma nel lungo periodo. Il nostro territorio si caratterizza per essere una superficie molto estesa, poco urbanizzata ed è essa stessa una risorsa. Una densità di appena 60 abitanti per km quadrato, fa si che sia il territorio stesso la fonte del suo potenziale sviluppo. Sole, vento, acqua sono quantità distribuite dalla natura in proporzione al territorio, ed è evidente come da noi ci siano molte di queste risorse, mentre altri soffrono la loro scarsità. Se ci si concentra sui beni in base alla superficie, si trovano molte possibilità di utilizzo sostenibile e rigenerabile, senza arrivare allo sfruttamento. Si suggerisce come il discorso fatto ad esempio sulle foreste sia estendibile anche alle altre risorse, come ad esempio l’acqua. La Basilicata è la Regione con il più elevato rapporto tra quantità di acqua raccolta/gestita/regolata rispetto al numero di abitanti (oltre 1 mld di m3 d’acqua all’anno). Ed è anche una risorsa economica: alcuni fanno economia sull’acqua, altri ne subiscono i danni. Ci sono però dei costi occulti: costo di mantenimento della qualità dell’acqua. Chi si impegna a fare depurazione acquista dei crediti ambientali che paga chi fa danno ambientale (sbarramento dei fiumi, sventramento del territorio per la costruzione di condotte) e si ricaricherà di costi indiretti per un altro settore. Il costo sale e andrà a favore di chi si impegna ad occuparsi del mantenimento della risorsa. Il green job è oggi una via obbligata: l’ambiente non inventa lavori ma li ricolloca. 

ROBERTA SICILIANO Docente Università

Ha somministrato ai ragazzi presenti un questionario dove si chiede loro di mettere in ordine di importanza, secondo il loro punto di vista, i temi oggetto dei focus, in maniera da individuare l’impatto dei diversi argomenti e capire se gli studenti avvertono le stesse priorità rispetto agli addetti ai lavoro. Dall’analisi degli stessi è emerso come i ragazzi considerino prioritari temi come ricerca e sviluppo e in generale quelli che ascoltano dai mass media, mentre considerano meno importanti quelli da loro meno conosciuti, come quello della creazione di impresa e lo stesso tema ambiente e territorio. A quanto pare i green jobs incuriosiscono le testate giornalistiche ma non i ragazzi, che sanno ancora molto poco dell’argomento, anche perché non sono ancora inseriti nel mondo del lavoro.

scritto da Enrico Sodano

Author

Annamaria

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur

Mission

Raccontare il mondo del lavoro, attraverso gli occhi di chi il lavoro lo vive ogni giorno.

Non una semplice testata informativa, ma un “non luogo” dove potersi incontrare e interagire infrangendo di fatto la linea di confine che da sempre separa redazione e utenza.

Mission

Ultimi Tweet

Job Cafe
Cosa ne pensate? Un sondaggio esprime una percezione. Basta un click per dargli forma. La 4 o 7 ? Come la pensate v… https://t.co/Esb5lLvQCs
Follow Job Cafe on Twitter

Post recenti